Conclusioni “Less is More, Come e perché dobbiamo ridurre i rifiuti”-Richiesta introduzione raccolta differenziata all’Università

Le associazioni SynapsesLeafASI, UniversandoLegambiente-Comitato Regionale Siciliano, insieme al sindacato studentesco UDU Palermo-Unione degli Universitari, hanno presentato, all’interno del “Progetto Oasi” promosso dall’Università degli Studi di Palermo, un momento di riflessione, approfondimento e confronto sulla gestione dei rifiuti e sulla necessità di ridurre la quantità di quelli prodotti. L’iniziativa rientra tra gli eventi accreditati per la Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti, volta a promuovere la realizzazione di azioni di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti.

Si è concluso il 10 Dicembre il ciclo di seminari “Less is More-Come e perché dobbiamo ridurre i rifiuti”, che ha visto la partecipazione degli studenti di vari corsi universitari, in cui nell’arco di tre giorni si sono presentate la gestione e la riduzione dei rifiuti da un punto di vista giuridico, economico e ingegneristico, con la partecipazione di esperti dell’amministrazione pubblica e di aziende del settore; la necessità di ridurre e gestire in maniera virtuosa i rifiuti, sia al fine di limitare la concentrazione nell’aria di sostanze dannose derivate dalla combustione dei rifiuti, sia al fine di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, il quale direttamente o indirettamente influisce sulla nostra salute.

Durante l’ultima giornata c’è stata la possibilità degli studenti di confrontarsi con esponenti dell’amministrazione comunale e del mondo della rappresentanza, su quelle che possono essere le strategie politiche e tecniche di controllo della quantità di rifiuti prodotti e smaltiti.

Al termine dei lavori le realtà proponenti hanno richiesto alle istituzioni territoriali e universitarie presenti, nel particolare al Prof. P. Inglese, in rappresentanza dell’ateneo palermitano, al Presidente della Rap S.p.A. Ing. S. Marino e all’Assessore all’Ambiente del Comune di Palermo C. Lapiana, l’introduzione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti all’interno degli spazi universitari, al fine di stimolare negli studenti e nel personale accademico un pensiero critico volto all’utilizzo di sistemi alternativi al semplice accumulo e stoccaggio di oggetti e materiali non più utili al loro scopo.

I presenti hanno accolto positivamente la richiesta e si sono resi subito disponibili nel prevedere l’insediamento di un tavolo con gli studenti, al fine di discuterne la realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.