SMOgBILITIAMOCI

È necessario invertire completamente la rotta su quello che è l’attuale sistema produttivo e su quelle che sono le misure messe in campo dalle amministrazioni per far fronte ai problemi ambientali.

La lotta allo smog è una questione di salute. Respirare le polveri sottili provoca non solo disturbi “minori” acuti, ma anche un forte impatto sull’organismo a livello cronico. In Italia, dall’ultimo studio dell’Agenzia Europea per l’ambiente si contano oltre 60.000 morti premature ogni anno solo per il PM2.5.

Riteniamo quindi fondamentale far attuare diverse azioni, volte a migliorare la nostra condizione, così come chiediamo da tempo:

-Investire sul trasporto pubblico per incentivare forme di mobilità sostenibile, ad esempio garantendo trasporti gratuiti per tutti gli studenti, rispondendo all’esigenza di garantire il diritto alla salute, il diritto allo studio e il diritto a una piena cittadinanza;

-Ripensare ai sistemi di gestione dei rifiuti, delle risorse e dell’energia dei tre più grandi centri produttivi della città, quali Comune, Ospedale e ovviamente Università, applicando realmente quanto scritto nella Carta degli impegni della Sostenibilità dell’ateneo patavino.

Il problema è serio e non è più rimandabile. Per questo dobbiamo impegnarci tutti, nessuno escluso, a fare la nostra parte.

SMOgBILITIAMOCI: vediamoci a Padova sul Listòn, sabato 23 febbraio, alle 15!

Leaf Padova
Studenti Per Udu Padova
Rete degli Studenti Medi Padova
Rete degli Studenti Medi Veneto


UN APPELLO PER MOBILITARSI CONTRO INQUINAMENTO E SMOG

🌬Di smog ci si ammala, di smog si muore
La lotta allo smog è una questione di salute. Respirare le polveri sottili (PM10, PM2.5, NOx,…) provoca non solo disturbi “minori” quali irritazioni a occhi, naso e gola, ma anche un forte impatto sul sistema respiratorio che si manifesta con tosse cronica, asma – specie nei bambini – infiammazioni, infezioni, riduzione della funzione polmonare, pneumopatia cronica ostruttiva e cancro ai polmoni. Da non sottovalutare anche le malattie cardiovascolari. In Italia, dall’ultimo studio dell’Agenzia Europea per l’ambiente si contano oltre 60000 morti premature ogni anno solo per il PM2.5.

🌬Il problema è serio e non è più rimandabile
Serve uscire dal meccanismo delle misure emergenziali, invertire la rotta e costruire piani di lungo periodo: misure strutturali e trasversali, per combattere l’inquinamento atmosferico e per una corretta prevenzione sanitaria.

🌬Per questo ci sMOgBILITIAMO
Riteniamo importante in questo momento essere in tanti e tante a mostrare quanto abbiamo a cuore la salute di tutti, a chiedere la questione diventi prioritaria nell’agenda di tutte le Istituzioni, senza lasciare spazio solo a chi pensa gli interessi commerciali prevalgano sulla salute collettiva. sMOgBILITIAMOCI chiedendo:

● Maggiori investimenti sul Trasporto Pubblico Locale, per un servizio con maggiori frequenze e più corsie preferenziali.

● Maggiori investimenti sulla mobilità sostenibile, dando centralità alla ciclabilità, rivedendo anche le politiche della sosta e creando nuove zone 30.

● Maggiori investimenti per una radicale riqualificazione energetica degli edifici.

● L’applicazione dell’Accordo Padano a tutti i Comuni.

● L’aumento della raccolta differenziata per ridurre l’utilizzo degli inceneritori.

● La revisione dell’ormai vetusto Piano di Tutela e Risanamento dell’Aria della Regione Veneto.

Dobbiamo impegnarci tutti, nessuno escluso, a fare la nostra parte. Vediamoci a Padova sul Listòn, sabato 23 febbraio, alle 15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.