VACCINI: A Palermo e Bagheria raccolta firme contro obbligo vaccinale

Lo sviluppo tecnologico e scientifico non va di pari passo con l’opinione popolare.

È la premessa da cui dobbiamo partire per spiegare un fenomeno troppo diffuso di un’incoscienza che accomuna molti cittadini. Tale fenomeno passa anche dalla provincia di Palermo dove, in questi giorni, il comitato nazionale “Libertà di scelta” ha iniziato una raccolta firme anche presso i comuni di Palermo e di Bagheria per la proposta di legge di iniziativa popolare sulla “Sospensione dell’obbligo vaccinale per l’età evolutiva”.

Le ultime notizie sull’Australia raccontano una dimensione completamente diversa: stop agli sgravi fiscali sui figli per tutti coloro che non li vaccinano. In Italia, la musica è diametralmente opposta. La Ministra della Sanità, Giulia Grillo, con le ultime dichiarazioni sull’autocertificazione aggrava tantissimo una situazione che resta giornalmente preoccupante.

Viviamo in un periodo di trasparenza scientifica massima, tutte le pubblicazioni scientifiche sono alla portata di tutti. Chiunque può andare on-line, sul sito di riviste di divulgazione o portali scientifici rispettabili (open access e con un’eccellente peer review), e leggere tutta la documentazione in merito ad esperimenti di qualsivoglia argomento e disciplina.

Tutti possono leggere gli esperimenti sui vaccini e le composizioni con cui si è riusciti ad ottenere un prodotto ottimale per il nostro organismo e capire quali effetti collaterali reali (non immaginari) potrebbero esserci.

Oggi, questa agevolazione e grande fortuna culturale è totalmente sottovalutata e anzi disprezzata, visti i risultati da parte dei cittadini. Dilaga complottismo, assoluta mancanza di criticismo ed attenzione alle fonti, mancanza di fiducia nelle istituzioni sanitarie che lavorano ogni giorno per il bene della cittadinanza mondiale. Eppure vige una forma di terrorismo mediatico scientifico: tutti possono dire quello che vogliono senza attestare la veridicità delle proprie affermazioni.

A Modena, in questi giorni, è stato condannato un no-vax per aver dichiarato il falso a causa dei dati riportati sui cartelloni pubblicitari affissi nella città contro l’obbligo vaccinale, prodotti dalle associazioni “Riprendiamoci il pianeta-Movimento di resistenza umana” e “Genitori del No Emilia Romagna” (leggi l’articolo qui)

Essendo noi un’associazione di promozione scientifica, portiamo sempre avanti la battaglia contro le bufale e per l’applicazione del metodo scientifico con affermazioni supportate da prove scientifiche di una certa rilevanza.

Il comitato in questione parla di libertà nello scegliere sulla salute dei propri figli “per il loro bene”, ma le vaccinazioni non riguardano solo la salute propria quanto, soprattutto, la salute altrui. Infatti, non vaccinare in età evolutiva (0-16 anni) comporterebbe la dissoluzione dello scudo di difesa da tantissimi patogeni, pericolosissimi non solo per le malattie infettive che causano ma per come queste possono evolvere in patologie più gravi. Es. il morbillo, che può complicarsi con polmonite (1 caso su 20), encefalite (1 su 2000 casi) o con anche esiti letali (1 su 3000 casi).

Smorzare l’immunità di gregge significa mettere in pericolo tutti: persone vaccinate, non vaccinate ma soprattutto tutte quelle persone immunodeficienti a causa di malattie autoimmuni, terapie anti-autoimmunitarie, cancro e chemioterapia e che, proprio per queste situazioni, non possono vaccinarsi.

Tali persone potrebbero trovare situazioni letali anche solo stando nella stessa stanza di un individuo con i virus in incubazione (ancora senza sintomi).

Queste iniziative sono volte a dare spazio a conseguenze totalmente opposte allo slogan del comitato “per il bene dei nostri figli”. Tanto più è sconvolgente come queste persone portino avanti i loro ideali senza prove scientifiche, dimostrando una finta preoccupazione per i bambini e mettendo tutti i cittadini a rischio di diverse epidemie.

Parlano chiaro gli ultimi dati sulle malattie infettive sul territorio italiano su EpiCentro (Portale di epidemiologia per la sanità pubblica), fin troppi malati. Inoltre, vi invitiamo a leggere un buon articolo di Wired (clicca qui per leggere) che descrive gli ultimi dati delle aziende sanitarie italiane sulla copertura vaccinale italiana negli ultimi mesi. Per fortuna, ottime notizie con una crescita delle coperture.

Invitiamo tutta la cittadinanza a diffidare da tesi anti-vaccini totalmente senza basi scientifiche, spiegate con teorie del minuto. Piuttosto vaccinatevi e vaccinate i vostri figli e sensibilizzate chi vi sta intorno all’importanza dei vaccini per la salvaguardia della salute di tutti.

 

Giuseppe Castiglione

FONTI:

Raccolta firme Palermo e Bagheria

http://www.palermotoday.it/salute/vaccini-obbligo-scuola-raccolta-firme-sospensione-obbligo.html

https://comune.bagheria.pa.it/proposta-di-legge-di-iniziativa-popolare-sulla-sospensione-dellobbligo-vaccinale-raccolta-di-firme-presso-lufficio-autentiche-dal-lunedi-al-venerdi/

Coperture vaccinali in aumento – https://www.wired.it/scienza/medicina/2018/07/10/vaccini-coperture-aumento-italia-certificato/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily

News Australia – https://www.ilpost.it/2018/07/10/australia-vaccini/

Portale di epidemiologia – http://www.epicentro.iss.it/default.asp

Rischi connessi alle vaccinazioni – https://www.vaccinarsi.org/scienza-conoscenza/vantaggi-rischi-vaccinazioni/rischi/rischi-reali-connessi-alle-vaccinazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.